Scrivere per gestire lo stress


“I grandi dolori ci rendono insensibili ai piccoli, e, viceversa, in assenza di guai seri, le più minuscole contrarietà ci tormentano e c’indispongono.
I.D. Yalom”

Viviamo di corsa. Corriamo da un impegno all’altro, da un appuntamento all’altro, da un pensiero all’altro. Il nostro povero cervello è costretto a gestire molteplici attività nella vana speranza di mantenere alta la soglia dell’attenzione e dell’efficienza.

Fermarsi o rallentare non è possibile, nella maggior parte dei casi. Chi non riesce per indole, chi semplicemente non può farlo perché si ritroverebbe ancora più ingolfato per colpa degli arretrati. Le malattie correlate allo stress sono in aumento e tutti saremmo ben felici di ricevere in dono un pacchetto di tempo giornaliero prolungato per poter godere almeno di qualche attimo di tranquillità.

La ricetta della calma interiore non esiste. O meglio, ne esistono diverse e ognuno trova la strada che gli è più congeniale. Abbiamo visto insieme quanto la scrittura sia benefica per la risoluzione dei conflitti interiori, per acquisire maggiore consapevolezza e lucidità, per far riafforare e poi curare le ferite del passato. Tutte queste operazioni apportano un aiuto importante e un regalo per noi stessi, soprattutto nel medio e lungo periodo.

Ma cosa e come scrivere nei periodi in cui lo stress ci strazia la pancia e i pensieri si aggrovigliano in nodi sempre più stretti tanto da farci perdere la lucidità?

La scrittura, ispirandosi a modelli mindflulness, ci tende una mano. Quando viviamo nell’ansia del futuro o catturati dai fantasmi del passato, l’unica via di fuga è il presente. Solo concentrandoci sul qui e ora possiamo ristabilire quella calma interiore che ci aiuterà ad assumere nuove prospettive e una maggiore lucidità.

Gli esercizi che possiamo suggerire a riguardo sono molti e variano a seconda del contesto. Ce ne sono alcuni che stanno bene su tutti e che siamo certe saranno un ottimo inizio nella lunga strada della ricerca della serenità.

Bastano 5 minuti al giorno.

Sono pochi, non trovi? Puoi usare la pausa caffè del pomeriggio, la mattina mentre aspetti che il tè sia pronto o l’attesa in macchina davanti alla scuola dei tuoi figli.

Esercizio 1

Inizia a descrivere cosa vedi. Può essere un dettaglio dell’abitacolo della tua macchina, il tuo cappotto o la signora in piedi davanti a te. Descrivi ciò che vedi come se tu fossi una telecamera dotata di tutti i sensi, cerca di notare tutti i dettagli, i colori, le forme, i profumi, i suoni.

Adesso vai oltre e descrivi gli odori che percepisci, la sensazione della tua mano che sorregge la penna o picchietta sui tasti del telefono o del tablet.

Ancora un passo. Scrivi come ti senti. Non in generale, ma in questa situazione. Che sensazione ti provoca ciò che vedi, odori, ascolti, tocchi?

Esercizio 2

Sempre nei soliti 5 minuti prova a stilare la lista quotidiana dei pensieri positivi e delle cose che ti rendono felice e ti fanno sentire grato e fortunato. Possono essere (e spesso sono quelle più importanti) cose piccole: un messaggio da una persona cara, un fiore coraggioso cresciuto su un davanzale, un tramonto, la gentilezza di un collega.

Esercizio 3

Un altro esercizio semplice ed efficace è quello di pensare ogni giorno ad una situazione complicata che sei riuscito a risolvere. Può essere un litigio, il tema della maturità o un colloquio di lavoro, un evento in cui il superare la prova ti ha reso fiero di te.

Quando lo stress e l’ansia aumentano e c’impediscono di godere della serenità è necessario trovare il modo di fermarli.

Noi ti proponiamo la scrittura, ma c’è chi


preferisce lanciare i sassi nel fiume, camminare nel bosco, chiamare la migliore amica.

A ognuno il suo, dicevamo all’inizio.

L’importante è che funzioni.  Facci sapere come ti sei trovato o raccontaci la tua esperienza nei commenti o scrivendoci una email.

scrittura per combattere lo stress

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...